Un Cohousing in affitto e diffuso a Roma

Nel progetto di un cohousing in affitto e diffuso a Roma gruppi di coinquilini condividono tra di loro pratiche collaborative e sostenibili, spazi in comune, momenti di socializzazione. Questo progetto non richiede l'acquisto ed è senza spese aggiuntive.
Il cohousing è creato e fatto semplicemente da una comunità d'intenti dei partecipanti, che poi useranno strumenti e spazi per collaborare. Non vivono nello stesso edificio, ma condividono tutte le caratteristiche di un cohousing.
Quindi non i soliti coinquilini, che costretti a volte dalla necessità possono ritrovarsi in situazioni improbabili, ma persone che condividono valori, sensibilità, progetti.


E in pratica?
Il cohousing diffuso è composto da nuclei attivi di coinquilini che aderiscono al progetto.

  • Il primo passo quindi è trovare almeno tre gruppi di coinquilini che vogliono partecipare, e un attivatore che possa fare da referente per il gruppo.

  • Il secondo passo è collaborare: i cohouser potranno usare delle piattaforme online per gli acquisti condivisi, per condividere utensili, libri e altri oggetti, potranno formare un gruppo di acquisto solidale e per il time sharing (banca del tempo).

  • Il terzo passo sarà trovare spazi dove organizzare iniziative e collocare servizi comuni. In questo modo i cohouser, pur abitando in edifici diversi, vivranno in modo collaborativo come in un cohousing. E per questo potrebbe essere sufficiente accordarsi con un'associazione del quartiere.

  • Il quarto passo è espandersi e contaminare alle pratiche collaborative altri vicini.

In questo modo il cohousing diffuso si allarga, altri vicini cominciano a condividere e scambiare oggetti, libri, interessi, creano momenti di incontro nel vicinato, e tanto altro..

I cohouser disporranno di una cassetta degli attrezzi fatta di strumenti per sperimentare pratiche di condivisione.
Una forma di cohousing leggera ma che ne riproduce tutti gli ingredienti salienti.

Oltre a questo, i cohouser abiteranno in un normale, ma speriamo non troppo grigio, condominio.

Questa è una sperimentazione un po' audace, un balzo in avanti, per questo cerca degli attivatori e futuri coabitanti che tengano il timone.. quindi, se vuoi fare da attivatore, scrivilo chiaramente: "voglio essere un attivatore di questo cohousing!"

Vuoi prendere parte al progetto di cohousing diffuso a Roma?
Iscriviti ad Abitare Gea segnalando il tuo interesse per un cohousing a Roma.

Se invece vuoi proporti come uno degli attivatori di questo progetto, scrivici, ti risponderemo appena possibile per fornire tutto il supporto necessario.
Diventare attivatore vuol dire avere un ruolo più attivo e impegnarsi in prima persona per la riuscita del progetto, parlare con le altre persone interessate, prendere contatti con associazioni, diffondere il progetto.

Ah.. ti prego, non inviare una mail impersonale, "come funziona?", "vorrei maggiori informazioni", quando ci scrivi dicci qualcosa di te. Ora scrivici pure :)


Inviandoci una mail da questo modulo ti stai proponendo come attivatore. Se vuoi solo ricevere informazioni registrati al sito, e riceverai sulla tua email gli aggiornamenti.

Cos'è Abitare Gea


Abitare Gea facilita la creazione di comunità sostenibili per cohousing, ecovillaggi, cofarming